Paolo Ranieri: Invertire una tendenza.

Il nostro progetto nasce per dare un certo tipo di risposta alle esigenze delle famiglie potentine e non solo. Il capoluogo, parlando in termini meramente climatici, è un posto sostanzialmente freddo. Pertanto la gente preferisce lo svago al coperto. E poi, per la dire la verità, le opportunità da queste parti non sono poi così tante. Anche per chi vuole coinvolgere serenamente tutta la famiglia.

Io lo vedo tutte le domeniche mattina alla mia concessionaria d’auto. Genitori e figli vengono qui come ad una specie di visita guidata, per guardare le auto e svagarsi un po’. Da qui l’idea di un multisala, in cui l’attrazione principale è il cinema, certo, ma in cui ci sono anche attrattive di diversa natura. Riguardo a tutti i discorsi ipotizzabili sul bacino d’utenza, Ranieri fa riferimento ancora una volta alla sua concessionaria. “Una volta si usava andare a comprare le auto fuori Potenza, fuori regione. Un po’ come fanno adesso i giovani per l’acquisto dei capi alla moda. Con la mia attività riuscii ad invertire questa tendenza. Lo stesso spero che accada con il multisala. E poi, logisticamente parlando, siamo in grado di venire incontro ad un’utenza proveniente anche dal Cilento, dalla Val D’Agri e così via”. Le intenzioni di Paolo Ranieri e la sua famiglia (“Senza il loro apporto non ce l’avrei fatta”) sono quindi quelle di dotare, finalmente la nostra città e la regione di un centro di cultura e d’intrattenimento, dove dar vita a grandi anteprime cinematografiche, come accade nelle grandi città, con tanto di ospiti prestigiosi”.

Paolo Ranieri- 26/04/2006