PROGRAMMAZIONE VALIDA DAL 24 MAGGIO 30 MAGGIO

SPETTACOLI : 18:00 22:30

r egia di Oren Moverman. Un film con Richard Gere, Laura Linney, Steve Coogan, Rebecca Hall, Adepero Oduye, Michael Chernus. Cast completo Titolo originale: The Dinner. Genere DrammaticoUSA, 2017, durata 120 minuti. Uscita cinema giovedì 18 maggio 2017

Incontrandosi a cena con le rispettive mogli (Laura Lynney e Rebecca Hall), i fratelli Paul (Steve Coogan) e Stan (Richard Gere) si trovano a discutere di un grave crimine di cui sono colpevoli i loro figli adolescenti. La serata volge in dramma famigliare quando le due coppie devono decidere come gestire la delicata questione sortendo il male minore. In ballo, infatti, non solo c’è il futuro dei ragazzi ma anche quello di Stan, un famoso politico in carriera e già in campagna elettorale.

Dramma da camera a sfondo politico e dunque esistenziale nel senso più profondo del termine, The Dinner dell’israeliano residente newyorkese Oren Moverman è il terzo cine-adattamento dell’omonimo romanzo dell’olandese Herman Koch, in prima edizione nel 2009 e poi di immediato successo mondiale.

A precedere Moverman sono stati il compatriota dello scrittore Menno Mejyes nel 2013, seguito l’anno successivo da Ivano De Matteo con I nostri ragazzi. Una proliferazione di trasposizioni cinematografiche così intensa aiuta a spiegare l’interesse tradotto in urgenza divulgativa del testo di Koch, laddove al centro risiedono questioni legate alla gamma di responsabilità famigliari, civili, sociali, umanitarie e politiche che un essere umano deve assumersi in età adulta. Il cuore nevralgico e intimamente morale del testo si interroga sulla direzione da prendere quando le diverse forme di tali responsabilità confliggono fra loro: quale decisione è più etica fra denunciare i propri figli per aver commesso un omicidio o difenderli nascondendo la loro colpa nel tentativo di creare per loro un “ravvedimento domestico”? Se alla base del romanzo giace indubbiamente una risalita al Peccato Originale di ciascuno, nella trasposizione americana tale peccato vuole trovare una sua collocazione storica: la fatale attrazione alla guerra di cui sono ineluttabilmente vittime gli statunitensi.

 

Comments are closed.